Bonus Condizionatori e Detrazioni

Bonus Condizionatori e Detrazioni

Bonus Condizionatori e Detrazioni: sul nostro sito potrai sfruttare l’ecobonus richiedendo fattura e documentazione dopo l’acquisto

Acquistando un climatizzatore, un deumidificatore o una pompa di calore è possibile beneficiare di alcune agevolazioni fiscali: ecco come risparmiare grazie ai cosiddetti bonus condizionatori.

Il bonus condizionatori 2019 è rivolto ai contribuenti che abbiano acquistato un condizionatore che sia in pompa di calore, sia per il riscaldamento, in sostituzione o in integrazione del proprio impianto, che per il raffreddamento.

Per Bonus Condizionatori e Detrazioni si intendono le detrazioni sulle tasse per l’acquisto dei climatizzatori.
Per ottenere la detrazione non è necessario che l’acquisto del condizionatore sia concomitante a un intervento di ristrutturazione.

In realtà, non esiste un vero e proprio bonus condizionatore ma esistono tre modi diversi per poter detrarre dalle tasse una parte del costo del climatizzatore, deumidificatore o pompa di calore.

Nel 2019 ci sono in vigore tre diverse agevolazioni e bonus per poter risparmiare sull’acquisto del climatizzatore, questi sono:

  • detrazione del 50% per le ristrutturazioni edilizie;
  • bonus mobili (detrazione sempre al 50%);
  • detrazione del 50% o 65% per gli interventi di efficienza energetica (ecobonus).

Un requisito importante per poter richiedere il bonus climatizzatore è il metodo di pagamento, questo deve essere:

  • documentato;
  • fatto tramite bonifico bancario o postale;
  • nel bollettino deve essere indicata la causale relativa ai lavori di ristrutturazione fiscalmente agevolati;
  • nel bonifico venga indicato il codice fiscale del beneficiario e la Partita IVA (o codice fiscale) del negozio o del rivenditore.

In più sono anche accettati pagamenti fatti tramite carte di credito o carte di debito.

Bisogna conservare tutta la documentazione inerente all’acquisto del condizionatore in quanto valgono come documentazione fiscale.